Tu sei qui

Sicurezza

PREVENZIONE E SICUREZZA NELLA SCUOLA

Ad oltre 10 anni dall’entrata in vigore del D.Lgs. 626/94 e in seguito del nuovo D.Lgs. 81/2008 che chiarisce alcuni aspetti importanti nella gestione della prevenzione negli Istituti

Scolastici, sono ancora numerose le problematiche da risolvere per una applicazione non formale.

Gli Istituti Scolastici dell’Emilia Romagna hanno realizzato molto sul versante della sicurezza dei dipendenti e degli studenti, ma i continui mutamenti della normativa costringono a revisioni e aggiornamenti costanti. Il Collegio Docenti dell’IC. Castelnovo Sotto ha sempre tenuto in grande considerazione l’applicazione delle norme di sicurezza nella Scuola.

La Scuola infatti non è solo un “luogo di lavoro” particolare per le attività che vi si svolgono ed nel quale operano migliaia di lavoratori, ma è anche il luogo deputato alla formazione degli studenti, i lavoratori di domani, per i quali è fondamentale che l’educazione alla sicurezza sia parte integrante del percorso formativo.

E’ quindi indispensabile per tutti i Soggetti che vi hanno interesse e competenza istituzionale riconoscere e condividere il ruolo strategico della Scuola nella formazione dei futuri lavoratori e nello stesso tempo, rimarcare l’importanza dell’azione degli insegnanti-educatori “formati” in modo non occasionale ma sistematico ai temi della tutela della salute.

Da qui deriva il forte impegno di tutto il personale nei confronti della Scuola, che si è concretizzato in tutti questi anni con iniziative, corsi di formazione, facilitazioni, strumenti educativi e di supporto, nella ricerca costante di una applicazione “intelligente” della normativa di riferimento.

DVR: DOCUMENTO DI VALUTAZIONE DEI RISCHI

Per gli Istituti Scolastici il Documento di Valutazione dei Rischi è costituito dall’insieme delle Valutazioni dei rischi effettuate rispettivamente per le proprie competenze, dal proprietario dell’edificio (strutture, impianti fissi, presidi antincendio) e dal Dirigente scolastico (organizzazione e gestione dell’attività, attrezzature, emergenze, ecc.) e contiene in particolare le valutazioni specifiche previste per rischi particolari (chimico, biologico, di incendio, rumore, vibrazioni, atmosfere esplosive).

Contenuti fondamentali del Documento di Valutazione dei rischi sono: i criteri adottati per la valutazione, le misure di prevenzione e protezione individuate per eliminare o ridurre tali rischi, il programma di attuazione di tali misure comprendente le priorità con cui esse devono essere attuate con i tempi previsti per la loro realizzazione, l’individuazione delle procedure per attuare le misure da realizzare e dei soggetti che vi devono provvedere; inoltre l’indicazione del nome del RSPP e del RLS ; infine l’individuazione delle mansioni che espongono i lavoratori a rischi specifici che richiedono una riconosciuta capacità professionale, adeguata formazione e addestramento (ad es. movimentazione manuale dei carichi, uso di specifiche attrezzature che comportano particolari rischi, di agenti chimici, di DPI) .

NORME DI PRIMO SOCCORSO

COMPITI DEGLI INCARICATI DI P.S.

L’incaricato di primo soccorso (P.S.) è una persona formata ed opportunamente addestrata ad intervenire prontamente ed autonomamente per soccorrere chi si infortuna o accusa un malore. L’addetto al primo soccorso, quando interviene, deve essere messo nelle condizioni di esercitare appieno il proprio ruolo: ad es. decidere senza condizionamenti se allertare il 118 e impartire, se necessario, indicazioni. Pertanto il Dirigente scolastico deve non solo riconoscere formalmente il ruolo tecnico specifico dell’addetto PS, ma anche costruire delle procedure organizzative entro le quali l’addetto può agire e che facilitano il suo operato, evitando sovrapposizioni di competenze.

Indicazioni per lo svolgimento dei compiti di incaricato di P.S.:

a) Gli interventi di P.S. devono avvenire tempestivamente, al momento della segnalazione; l’incaricato è esonerato, per tutta la durata dell’intervento, da qualsiasi altra attività di sua competenza e, in particolare, deve sospendere ogni lavoro che stava svolgendo prima della chiamata; quando possibile, l’incaricato impegnato in un intervento di P.S. deve essere temporaneamente sostituito da un collega nelle sue normali attività.

b) L’azione dell’incaricato di P.S. è circoscritta al primo intervento su una persona bisognosa di cure immediate e si protrae, a discrezione dell’incaricato stesso e senza interferenze di altre persone non competenti, fintantoché l’emergenza non sia terminata.

c) L’intervento dell’incaricato di P.S. è finalizzato al soccorso di chiunque si trovi nei locali dell’istituto.

d) Qualora un incaricato di P.S. riscontri carenze nella dotazione delle valigette di primo soccorso o nei locali infermeria , deve avvisare il coordinatore del P.S. il quale provvede a trasferire la segnalazione alla persona che svolge la funzione di addetto alla gestione dei materiali.

e) In caso di evacuazione simulata e non, tutti gli addetti al P.S. presenti in Istituto sono impegnati nella sorveglianza delle operazioni (a meno che non svolgano anche la mansione di addetto antincendio) ed usciranno solo dopo che si sono completate tutte le operazioni di evacuazione .

COMPITI DEL COORDINATORE DEL SERVIZIO DI P.S.

Gli incaricati di P.S. costituiscono un Servizio di P.S. nell’ambito del quale può essere nominato un coordinatore che funge da raccordo tra Servizio di P.S. e SPP.

Al coordinatore vengono attribuiti i seguenti compiti:

- verificare l’organizzazione generale del PS e l’attuazione dei compiti attribuiti agli incaricati di P.S.

- controllare e assicurare la buona conservazione di medicinali salvavita di proprietà personale dei pazienti con particolari problemi

- predisporre l’acquisto del materiale sanitario avere a disposizione le schede di sicurezza dei PRODOTTI DI PULIZIA E DEI PRODOTTI CHIMICI

- garantire l’aggiornamento periodico degli incaricati di P.S. circa la tipologia di infortuni occorsi tramite i dati forniti dal SPP

- raccogliere i bisogni di aggiornamento degli incaricati di P.S.

- relazionare e portare le istanze del Servizio di PS alla riunione periodica di prevenzione e protezione

LA SICUREZZA IN PALESTRA - VIDEO

 

ALLEGATI

Progetto base realizzato da Nadia Caprotti nell'ambito del progetto "Un CMS per la scuola" di Porte Aperte sul Web, Comunità di pratica per l'accessibilità dei siti scolastici - USR Lombardia.
Il modello di sito è rilasciato sotto licenza Attribuzione-Non commerciale-Condividi allo stesso modo 3.0 Unported di Creative Commons.